martedì 19 aprile 2011

















Siamo chiusi nella memoria di Dio.
Noi siamo il suo passato.
E colui che eterno perpetua la propria memoria
all’ infinito.
Il compagno più fedele della nostra vita è
la morte. Noi la denigriamo, temiamo,
appena possibile scordiamo, ma lui non ci molla
mai, fino all’ ultimo.
siamo lo spazio che occpiamo nel tempo,che nn è altro che uno spazio dilatato.................
NELLA...... teoria....del...non...tempo.....di barbour.....cè...un....buco.....
Platonia....è il nostro pensiero...che crea.....ricreando....incontinuo....
il tutto.......con il pensiero...richiamiamo...l'essere...e gli esseri.....
che costituiscono....l'illusione.....del mondo materiale....

4 commenti:

  1. un bel rompicapo la vita, ma penso che al momento giusto diventi tutto chiaro...ciao buona pasqua amica mia

    RispondiElimina
  2. bellissimo il tuo pensiero così magico e talmente vero che mi compiaccio di trovare in te l'anima gemella di colei che lo ha sicuramente sperimentato perchè solo chi l'ha visto e vissuto come esperienza personale ed intima può parlarne come fai tu sulla scacchiera dell'illusione e del dualismo l'infinità dell'unità del nulla...;)))
    grazie
    aba

    RispondiElimina
  3. non ho capito nulla di quel tuo commento
    purtroppo negli due mesi
    sono passata 2 (!) volte sul mio...blog

    se vuoi spiegarmi meglio

    ti abbraccio

    RispondiElimina